DEMOLIZIONE DI VIA CADOLINI, 16 – MILANO
L’intervento di Via Cadolini non è solo la demolizione di un edificio industriale ormai in disuso, ma è configurabile come un intervento di recupero e rigenerazione. La ex fabbrica della Plasmon, che aveva nel tessuto di Milano uno dei suoi punti nevralgici, è sorta alla fine degli anni ’50 e ha rappresentato, per decenni, uno dei siti produttivi tra i più importanti del Nord Italia. L’area, distribuita su di una superficie di poco più di 25.000 mq, è costituita da 4 edifici principali e sarà oggetto di un’opera di recupero importante e coraggiosa. Tale operazione, che vedrà sorgere nuove costruzioni prettamente a destinazione residenziale/commerciale, porterà con sé molteplici vantaggi: il recupero di un’area ormai in disuso, senza occupare nuovo suolo, e la restituzione di un grande spazio urbano alla città di Milano, dando origine allo stesso tempo a un luogo più vivibile e a misura d’uomo.
Dati sul cantiere:
  • Dimensione area: 25.000 mq
  • Volume totale degli edifici fuori terra: 160.000 mc con altezza max 25 mt + una ciminiera di circa 40 mt d’altezza
  • Volume totale degli edifici interrati e dei cunicoli: 20.000 mc
Campagna di frantumazione in sito con recupero di circa 40.000 mc di materiale inerte. Mezzi utilizzati:
  • Escavatore CX 800 + braccio telescopico (altezza max 46 mt)
  • Escavatore CX 370
  • Escavatore E385C
  • Pinza da 25 q.li + Frantumatore
  • Autogru + Telo per demolizione fronte strada
  • Impianto di abbattimento polveri Motofog